AR3

AR3 è uno studio di fattibilità finanziato dai Poli di Innovazione della Regione Piemonte: l'idea alla base è l'integrazione di realtà virtuale e realtà aumentata, tramite l'utilizzo di device sviluppati per la Realtà Virtuale insieme ad una coppia di telecamere esterne per unire l’ambiente reale con gli elementi virtuali.

Il progetto prevede uno studio iniziale dei device di Realtà Virtuale (Oculus Rift, Samsung Gear VR) e dei componenti hardware e software, di paradigmi e metafore della realtà aumentata (OHMD - Optical Head-Mounted Display come Google Glass, GlassUp o Vuzix Smart Glasses M100; oppure terminali mobili quali smartphone e tablet).

L’utilizzo delle tecnologie previste per lo studio è fortemente trasversale e interessa, oltre il settore delle industrie creative, molteplici altri settori quali:
- e-Health, in relazione al quale interfacce di Realtà Aumentata possono rappresentare uno strumento per rendere più efficace l’interazione e la lettura dei dati degli esami;
- e-Learning, in cui la Realtà Aumentata può essere utilizzata per la formazione, le modalità di distribuzione e le interfacce di fruizione dei contenuti per garantire l’efficacia dell’insegnamento e il miglioramento dei livelli di apprendimento;
- Factories of the Future, in cui interfacce di Realtà Aumentata possono concorrere a definire sistemi di simulazione, modellizzazione e gestione della conoscenza e delle competenze nell'intero ciclo di vita di un prodotto (Digital Factory);
- Infotainment, laddove le modalità di interazione uomo-macchina costituiscono strumenti rivolti al miglioramento della qualità dei servizi forniti e/o dell’esperienza fruibile;
- Gestione e promozione dei beni culturali, in relazione al quale le tecnologie di visualizzazione 3D, realtà virtuale e realtà aumentata potrebbero supportare lo sviluppo di sistemi di digitalizzazione delle risorse culturali, in grado di mantenere ed esaltare il contenuto informativo dell'oggetto originale, oltre che l’interazione con artefatti digitali "intelligenti" comprensivi di contenuti eterogenei e adattabili al contesto.

Nel progetto AR3 l’Unità di RIcerca Creativity & Design Innovation ha il compito di studiare i differenti dispositivi con particolare attenzione agli aspetti ottici del campo visivo e dell’integrazione delle riprese delle telecamere con i device di Realtà Virtuale. Inoltre, l’Unità progetterà un prototipo di utilizzo nel campo del Cultural Heritage, dove l’integrazione di Realtà Aumentata e Virtuale faciliterebbeil lavoro dei restauratori.

 

Advanced Computing and Electromagnetics